Nuova alternativa terapeutica per la riabilitazione delle creste strette

I difetti ossei trasversali sono una situazione comune per i dentisti, che implica spesso l’approccio a tecniche di aumento osseo con prolungamento di tempi di trattamento, morbilità chirurgica e aumento dei costi.

Fedele all’approccio biologico nei trattamenti, BTI Biotechnology Institute propone un’alternativa minimamente invasiva per affrontare questo tipo di intervento: la nuova famiglia di impianti 3.0, caratterizzata da una piattaforma protesica e da un corpo di 3 mm. di diametro, nonché dalla versatilità delle lunghezze.

Questi impianti sono indicati soprattutto per il trattamento dell’edentulismo totale e/o parziale con atrofie alveolari trasversali, per ridurre sia l’esigenza di aumento osseo, sia il tempo e le complicazioni degli interventi.