Fresatura Biologica

La Fresatura biologica a bassi giri senza irrigazione è una tecnica sviluppata da BTI che agevola il prelievo dell’osso al momento della preparazione dell’alveolo per innestare un impianto.

Questa tecnica consente di mantenere la direzione e il controllo della profondità dell’intervento. I bassi giri non aumentano la temperatura dell’osso circostante, evitando in questo modo gli episodi di ischemia e il lavaggio dell'alveolo, ottenendo un alveo biologico adeguato per il fissaggio dentale.

Vantaggi del Protocollo

Il principale vantaggio di questo sistema di frese progettate per un utilizzo a bassi giri, 50 rpm, consiste nella possibilità di recuperare l’osso nel corso della fresatura e di ottenere, in questo modo, una grande quantità di osso autologo da utilizzare come autoinnesto. Dopo aver studiato gli incrementi della temperatura durante la fresatura a bassi giri, sono state riscontrate oscillazioni minime che vanno dai 2 ai 3 gradi. La progettazione di questo sistema di frese nasce dall’esigenza osservata in parecchi interventi chirurgici di ottenere osso autologo da utilizzare quale autoinnesto.

Fresatura Biologica - Frese InizialiFresatura Biologica - Frese Chirurgica

Un’altra particolarità di questo protocollo consiste nel fatto che quest’osso si mantiene in un plasma autologo (Endoret® (prgf®)) per una migliore conservazione della percorribilità cellulare e il successivo autotrapianto. Al momento di sistemare gli impianti, il protocollo di fresatura stabilisce che questi vengano collocati senza irrigazione (non essendovi alcun incremento di temperatura durante l’inserimento) e inumiditi con Endoret® (prgf®) per creare una superficie bioattiva.

Frese BTI

Frese Iniziali

Indicate per la marcatura e la perforazione della corticale, consentono variazioni di angolazione e di spostamento laterale quando si inizia l’elaborazione di un alveolo.

 

Frese BTI da 1,8 mm a 5,3 mm di diametro

Presentano tagli esclusivamente apicale (molto affilato), ma hanno la peculiarità di avere un design elicoidale fortemente ritentivo per le particelle ossee che vengono tagliate, consentendo di ottenere grandi quantità di osso dalla zona di fresatura, che può in seguito essere utilizzato come innesto osseo particolato nel medesimo intervento chirurgico.

Frese Filettatrici

Frese che presentano una parte conica tagliente, della stessa misura della piattaforma, che crea un’imboccatura sulla cresta ossea volta a inserire la testa dell’impianto ed evitare un’eccessiva compressione.